.
Annunci online

“Psicologia delle Folle”


     di Gustav Le Bon
 scaricalo cliccando qui






Background by EditingMySpace.com

il mondo di Tiziana


 
 




 




  
  
 
   
 



 


 



"Ho visto tutti 'sti balordi, queste zecche del cazzo"
"...Speriamo che muoiano tutti..."

Ascolta le conversazioni della Polizia al G8


audio hosting by Twango


Sito ottimizzato per Firefox
















DISCLAIMER: L'autore dichiara
che le immagini contenute in questo
blog sono immagini già pubblicate in
internet e che solamente i titoli dei
post ed il loro contenuto (dove non
 altrimenti indicato) sono frutto del
proprio ingegno. Se dovesse
pubblicare materiale protetto
da copyright non esitate a contattare
l'autore che provvederà
immediatamente a rimuoverlo.
Inoltre l’autore dichiara di non
essere responsabile per i commenti
inseriti nei post e che eventuali
commenti dei lettori, lesivi della
immagine o dell'onorabilità di
persone terze non sono da
attribuirsi all'Autore, nemmeno
 se il commento viene espresso
 in forma anonima o criptata.
In ogni caso i commenti anonimi
e/o volgari saranno
inevitabilmente cancellati.
Questo blog non è a scopo
di lucro. Inoltre questo blog
non rappresenta una testata
giornalistica in quanto viene
aggiornato senza alcuna
periodicità. Non può pertanto
considerarsi un prodotto
editoriale ai sensi della
legge n. 62 del 7.03.2001.
______________________




Blog attivo dal 21/06/2006

Proprietà dell'immagine
Proprietà del link
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella
Inserire una riga sopra
Inserire una riga sotto
Eliminare riga
Inserire colonna a sinistra
Inserire colonna a destra
Cancellare colonna
Unire celle orizzontalmente
Unire celle verticalmente
Dividere cella
Eliminare cella
Proprietà della cella
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella

 
LAVORO
4 dicembre 2007
Di sopiti romanticismi

Uno dei più bei regali che le rivoluzioni inglese e francese hanno fatto a noi contemporanei, è l’unanime accettazione che il potere può essere attaccato al cuore. Da quei giorni in poi, nessun potere è più stato inviolabile, nessun potente ha più dormito sonni tranquilli. Nessun re o governante si è mai più sentito completamente al sicuro in mezzo alla folla. Perché la folla è un gregge di pecore, è vero, ma è anche imprevedibile. Raramente si desta, ma quando lo fa nulla può arginarla. Violenta e magnifica, pacifica e inarrestabile, la folla costringe il potere alla solitudine delle barriere che esso crea tra lui e le masse. Io voglio bene alle ‘auto blu’ proprio perché rappresentano questo. Oggi i metronotte di Roma hanno protestato contro la messa sul mercato della loro Associazione. Non si sa per quale meravigliosa alchimia (ma lui lo sa di certo) gli animi si sono liberati da ogni umana inibizione e hanno considerato la possibilità di sfondare la cinta di polizia e penetrare nel Parlamento. Non ci sono riusciti. Non è molto, ma è pur sempre qualcosa. Sarebbero andati a dire due parole ai politici, agli uomini cui noi deleghiamo di legiferare. E se, come diceva Fichte, la folla ha sempre ragione perché è essa stessa sovrana del diritto, allora chi stava dentro il Parlamento aveva evidentemente torto marcio. Oggi i metronotte hanno dato un grande esempio di libertà democratica, di partecipazione attiva alla vita del Paese, hanno chiarito per l’ennesima volta che nessun potere è veramente al sicuro. Vi voglio bene metronotte.

Emanuele


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. folla gustav le bon metronotte sommossa

permalink | inviato da ema e tizi il 4/12/2007 alle 19:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa
CULTURA
29 novembre 2007
Libero Sapere

“Le folle non si lasciano influenzare dai ragionamenti. Le folle sono colpite soprattutto da ciò che vi é di meraviglioso nelle cose. Esse pensano per immagini, e queste immagini si succedono senza alcun legame. L’'immaginazione popolare é sempre stata la base della potenza degli uomini di Stato, dei trascinatori di folle, che il più delle volte, non sono intellettuali, ma uomini d'azione. Questi sono poco chiaroveggenti, ma non potrebbero esserlo, poiché la chiaroveggenza porta generalmente al dubbio e all'inazione. Essi appartengono specialmente a quei nevrotici, a quegli eccitati, a quei semi-alienati che rasentano la pazzia.”

Per motivi universitari mi sono imbattuto nel testo di Gustav Le Bon ‘Psicologia delle folle’. Questo saggio, del 1895, analizza scrupolosamente le peculiarità comportamentali e psicologiche delle folle. E’ stato un testo che mi ha letteralmente rapito, mi ha sconvolto. Il mio non è un eccessivo trasporto, ma semplicemente una lucida analisi del testo in questione, ed è proprio per questo che mi sono imposto il dovere morale di diffonderlo. Il libero accesso al sapere è un diritto inalienabile dell’uomo, e per questo noi ci batteremo sempre. Il testo di Le Bon ha precorso i tempi nella sua analisi delle folle e delle masse; oggi ha il valore aggiunto di farci comprendere perfettamente in che epoca viviamo, completamente assoggettati a questa civiltà globale e di massa, quotidianamente soggiogati dal demiurgo di turno. Dietro le parole dello scrittore, si nascondono politica e politici, TV, blogger, libri, internet, manifestazioni e tutti quegli agglomerati reali o virtuali di cui facciamo parte ogni giorno e ogni giorno di più. Le secchiate di fango che questo saggio vi getterà in faccia ne valgono la pena perché ricompensate da una chiara visione del mondo che ci circonda. La presa di coscienza è sempre il primo passo per il riscatto dell’uomo. Grazie ad uno scrupoloso lavoro di impaginazione, e grazie all’ausilio dell’amico e compagno Damiel che mi ha concesso dello spazio sul web, questo testo è ora online! E’ tutto completamente legale, tranquilli, in quanto il testo è caduto in pubblico dominio. Facile e gratuito (anche se questo libro, in libreria, ve lo farebbero pagare 25 euro…). Per scaricarlo, cliccate qui.
Se decideste di scaricarlo fatemelo sapere nei commenti, ne sarei felice.

Emanuele


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. libri libero sapere gustav le bon

permalink | inviato da ema e tizi il 29/11/2007 alle 21:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte