.
Annunci online

“Psicologia delle Folle”


     di Gustav Le Bon
 scaricalo cliccando qui






Background by EditingMySpace.com

il mondo di Tiziana


 
 




 




  
  
 
   
 



 


 



"Ho visto tutti 'sti balordi, queste zecche del cazzo"
"...Speriamo che muoiano tutti..."

Ascolta le conversazioni della Polizia al G8


audio hosting by Twango


Sito ottimizzato per Firefox
















DISCLAIMER: L'autore dichiara
che le immagini contenute in questo
blog sono immagini già pubblicate in
internet e che solamente i titoli dei
post ed il loro contenuto (dove non
 altrimenti indicato) sono frutto del
proprio ingegno. Se dovesse
pubblicare materiale protetto
da copyright non esitate a contattare
l'autore che provvederà
immediatamente a rimuoverlo.
Inoltre l’autore dichiara di non
essere responsabile per i commenti
inseriti nei post e che eventuali
commenti dei lettori, lesivi della
immagine o dell'onorabilità di
persone terze non sono da
attribuirsi all'Autore, nemmeno
 se il commento viene espresso
 in forma anonima o criptata.
In ogni caso i commenti anonimi
e/o volgari saranno
inevitabilmente cancellati.
Questo blog non è a scopo
di lucro. Inoltre questo blog
non rappresenta una testata
giornalistica in quanto viene
aggiornato senza alcuna
periodicità. Non può pertanto
considerarsi un prodotto
editoriale ai sensi della
legge n. 62 del 7.03.2001.
______________________




Blog attivo dal 21/06/2006

Proprietà dell'immagine
Proprietà del link
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella
Inserire una riga sopra
Inserire una riga sotto
Eliminare riga
Inserire colonna a sinistra
Inserire colonna a destra
Cancellare colonna
Unire celle orizzontalmente
Unire celle verticalmente
Dividere cella
Eliminare cella
Proprietà della cella
Mostra/Nascondi bordo
Proprietà della tabella

 
diritti
29 gennaio 2009
Aumenta la crisi, aumenta la lotta.

MOBILITAZIONE CONTRO IL PACCHETTO SICUREZZA

IL 31 GENNAIO

E’ in corso al Senato la discussione del “Pacchetto sicurezza” (DdL 733), che provocherà una grande trasformazione del quadro normativo italiano, già fortemente repressivo e discrezionale nel suo impianto. Le norme contenute nel Pacchetto, infatti, prevedono una politica esplicitamente fondata su misure segregazioniste e razziste per le persone migranti, con o senza permesso di soggiorno, le prime ad essere additate come figure pericolose e causa di “allarme sociale”, e su nuove ed ancora più drastiche misure repressive contro chiunque produca conflitto e non rientri dentro le strette maglie del controllo.

Questo è solo l’ultimo passo di un disegno politico che, attraverso una serie di leggi, ha portato ad crescente restringimento delle libertà di tutte e tutti, tramite la criminalizzazione del dissenso e degli stili di vita.

Dietro la loro sicurezza si nasconde la volontà di non affrontare la precarietà di vita che coinvolge tutte e tutti noi: il razzismo e la paura vengono usati per farci rassegnare a queste condizioni e farci restare chiuse e chiusi in casa e nei nostri luoghi di lavoro. Usare il razzismo e la paura come strumento di pacificazione sociale ha portato alla proposta di legalizzare le ronde dirette a reprimere i comportamenti giudicati “non conformi” ed alla reintroduzione del reato di oltraggio a pubblico ufficiale. L’obbligo di dimostrare l’idoneità alloggiativa per ottenere l’iscrizione anagrafica colpisce migranti, senzatetto, occupanti di casa e chiunque non possa permettersi un’abitazione “idonea”. Le norme anti-graffito e l’inasprimento delle norme per il reato di danneggiamento, colpiscono tutti i cittadini e le cittadine che non si adeguano alla retorica del “decoro urbano”.

Ma le norme del pacchetto sicurezza colpiscono in primo luogo le persone migranti. Se il pacchetto sarà approvato, chi è senza permesso di soggiorno rischia di essere denunciato dal medico se va al Pronto Soccorso, non potrà più riconoscere i figli e le figlie, sposarsi ed inviare i soldi a casa. Il ddl introduce inoltre: la detenzione nei CIE (ex CPT) fino a 18 mesi; una tassa sempre più alta per la richiesta o il rinnovo del permesso di soggiorno; controlli ancora più stretti per acquisire la cittadinanza; il reato di ingresso e soggiorno illegale nello Stato.

Questo delirio securitario esplode mentre i governi decidono di sostenere le aziende e le banche in difficoltà, invece di pensare a nuove poltiche sociali di sostegno alla cittadinanza colpita dalla crisi. Scaricando, tra l’altro, tutto il lavoro di cura sulle donne: in quest’ottica, l’unica immigrazione che sembra piacere è quella delle “badanti”. Ai sindaci ed ai prefetti sceriffo si attribuiscono nuovi poteri, mentre il Ddl Carfagna criminalizza e stigmatizza le persone prostituite, imponendo norme di comportamento a tutte e tutti. La loro soluzione alla crisi è il governo della paura. La risposta, in Italia come in Europa, da Milano a Castelvolturno, da Atene a Malmöe…è stata un grido di rabbia e libertà:

NON ACCETTIAMO LA SOCIETA’ DEL RAZZISMO,
DELLO SFRUTTAMENTO E DEL CONTROLLO!

SABATO 31 GENNAIO

CORTEO CITTADINO A ROMA,

appuntamento alle 14:30 in Piazza di Porta Maggiore

per info e adesioni:

pacchettosicurezza@anche.no

http://nopacchettosicurezza.noblogs.org/


politica interna
8 maggio 2008
Cassandra si pronuncia
Sono tornata. Dopo aver vagliato l’alternativa di espatriare nella Spagna di Zapatero o di ritirarmi in una piccola Comune con pochi eletti (idea che ancora adesso mi stuzzica assai), scelgo invece di espormi al pubblico linciaggio (insomma, qualcuno di voi li avrà pur votati) nell’esprimere il mio totale disprezzo dinanzi allo schieramento definitivo del nuovo governo berlusconiano. Non riesco a non rabbrividire, né a trattenere i conati di vomito verso questo governo nascituro, figlio di un’Italia in cui non riesco ad identificarmi in alcuna maniera. Vederci in mano a gente come Berlusconi, La Russa, Bondi, Bossi, quello zotico di Calderoli, Scajola, Maroni e persino quella velina… ops, volevo dire l’“onorevole” Carfagna, è un pugno allo stomaco, per quanto il tutto fosse ampiamente prevedibile. Certo, potremmo apprezzare che Berlusconi abbia avuto l’accortezza di non mettere Calderoli agli Esteri e abbia preferito agire nell’interesse della sua grande azienda, ma credo che i danni che possa fare questo governo siano incalcolabili…
Cassandra vi annuncia che ci attende un periodo cupo.
Cassandra vi ricorda che siete i diretti responsabili delle azioni di questa gentaglia.
Cassandra
sa che presto vedrà l’Italia retrocedere e scavarsi la fossa da sola.



Ad oggi, le esternazioni di Alemanno la dicono lunga. Come le aberranti affermazioni di Fini in merito alla morte di Nicola. Non dimentichiamo le passate uscite di Maroni discutendo di “ronde”. Con La Russa alla Difesa vedremo il ritorno dei picchiatori autorizzati. Vedrete quanti morti ci “scapperanno”. Del resto, è lo stesso che trovava naturale e tranquillissimo il saluto fascista di Di Canio allo stadio, no? Cassandra parla di caccia all’immigrato. Di quel becero razzismo di stampo leghista. Sì, la Lega, quella con esponenti che parlano di “derattizzare” gli zingari o che spruzzano disinfettante sui treni su cui si sono seduti gli immigrati. Ah, quelli che amano così tanto l’Italia da pulirsi il culo col Tricolore, quelli che fanno della Secessione il loro cavallo di battaglia.
Eppure, come narra la leggenda, Cassandra non venne creduta da nessuno finchè arrivò la disfatta...
Buon risveglio Italia!
Tiziana



sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte